Capelli anni ’90: storia e celebrità da ricordare

Baby one more time

Le acconciature anni ’90 sono tornate in àuge. La coda alta, i colori sgargianti, i colpi di sole, i capelli scalati, sono solo alcune delle caratteristiche di quei meravigliosi anni. Del resto, come dimenticare quello stile fatto di ombretti luccicanti, jeans a vita alta, crop top, zeppe e blazer oversize?

Il pixie cut, il taglio scalato e l’immancabile frangia ci riportano tra le strade di New York di Sex and the City o di Los Angeles con Bevery Hills 90210, con la musica delle Spice Girls, dei Cranberries o dei Nirvana in sottofondo e le top model in passerella. Erano gli anni di Claudia Schiffer, Kate Moss, Cindy Crawford e Naomi Campbell. Ma anche di Pulp Fiction e di Titanic al cinema, del Tamagotchi e del Game Boy, delle boyband come i Take That e i Backstreet Boys.

Le acconciature anni 90 hanno fatto la storia e hanno contribuito a rendere quegli anni così speciali. Vediamo i tagli anni ’90, impossibili da dimenticare.

Le pettinature anni ’90

La coda alta con ciuffi laterali, perfetta sia con i capelli lisci che con quelli ricci. Ma anche gli space buns o double buns, ossia i due piccoli chignon- a treccia, spettinati o perfettamente definiti- amati dalle star. Proprio come quelle di Emma Bunton delle Spice Girls. Ma le acconciature revival degli anni 90 non finiscono di certo qui. In quel periodo i capelli si portavano con la riga in mezzo e non facevano eccezione le pettinature maschili (Nick Carter dei BackStreet Boys e Leonardo Di Caprio in testa). I ricci erano vaporosi e ribelli alla Sarah Jessica Parker/ Carrie Bradshaw di Sex and The City. La piastra serviva per creare il frisé e la coda si realizzava con ferma coda in vista. E non potevano mancare le forcine colorate, gli elastici in tessuto (come Britney Spears nel video di “Baby One More Time”), le mollettine bijoux e le fasce con mille fantasie. Quindi basta solo scegliere qual è lo stile che ti piace di più, per sfoggiarlo quasi trent’anni dopo!

britney spears in baby one more time
foto Noidegli8090

Sempre dagli anni 90 arrivano inoltre le ormai famosissime treccine afro, periodicamente sfoggiate dalle celebrity.

Haircut anni ’90: scalato, frangia e pixie cut

I tagli degli anni ’90 ancora attuali? Ovviamente la frangia, che non passa mai di moda, in qualsiasi versione: regolare o spettinata, più lunga o corta, abbinata a bob di diversa lunghezza. Basti pensare alla frangetta di Shannen Doherty, l’indimenticabile Brenda Walsh di Beverly Hills 90210: un must dell’epoca da ripetere anche ora.

frangia Brenda Walsh di Beverly Hills 90210
foto Rolling Stone

E ovviamente un posto d’onore è riservato al pixie cut, sfoggiato da delle giovanissime Demi Moore e Winona Ryder, ma anche da Gwyneth Paltrow nel film Sliding Doors (con riga a zig zag), oppure da Kate Moss.

Un haircut che può essere ancora d’ispirazione per cambiare look. I tagli corti possono essere sfilati o con effetto “boule”, con la scalatura alta dietro, con frangia o senza. A cui dare un tocco più attuale con un effetto mosso, da curare con i prodotti più adatti, come la molding paste.

Il taglio scalato anni 90 alla Jennifer Aniston/ Rachel di Friends, con un po’ di volume alle radici, è stato copiatissimo all’epoca: non solo dalle molte  fan del celebre telefilm, ma anche dalle colleghe di Hollywood.

Un taglio che è passato alla storia e che quindi, ciclicamente, viene riproposto con qualche piccola variante a renderlo contemporaneo.

Mèches, colori e contrasti

Prima dello shatush, del degradé e del balayage c’erano le mèches. Ma non come le conosciamo oggi, in una versione più sfumata e anche molto più naturale. In realtà definivano dei contrasti di colore molto netti, che dividevano le ciocche in maniera ben visibile. Geri Halliwell, la “Ginger Spice” delle Spice Girls, è l’emblema delle mèches anni 90: ciocche di diverse tonalità di biondo su capelli rosso fuoco. E non era di certo l’unica: a parte la collega Victoria Beckam, affezionata alle mèches era anche Christina Aguilera.

Ovviamente non era solo una questione di dive: le “chunky streaks” si potevano trovare nelle chiome di moltissime ragazze. Oggi stanno tornando di moda, sia in una versione più delicata, che con contrasti più evidenti. Le ultime star a esibirle? Jennifer Lopez e Dua Lipa.

chunky streaks dua lipa 2020
foto Dua Lipa Instagram account

Un altro dettaglio che arriva proprio da quel periodo sono le ciocche colorate. Se negli anni ’90 si usavano i mascara per capelli (che duravano il tempo di uno shampoo) e ciocche di tanti colori, oggi è possibile di nuovo mostrare una chioma con diverse tonalità. Capelli Blu, rosa, ma anche lilla soprattutto a incorniciare il volto.

Le acconciature anni ’90 possono aiutarti a creare uno stile glam, da rendere ancora più trendy con un tocco personale e qualche dettaglio attuale.

Photo credits:

@__katemoss Instagram account
Rolling Stone
@Dualipa Instagram account
Noidegli8090