ragazza con capelli biondi

Armocromia capelli stagione primavera

Le donne primavera sono luminose, splendono con colori forti ed hanno una palette variegata. Secondo l’armocromia, la materia che aiuta a valorizzare l’abbigliamento e il make up, ma anche le tonalità dei capelli, chi appartiene a questa stagione ha un sottotono caldo, un valore chiaro e un’intensità alta.

La donna primavera, più difficile da riconoscere rispetto alle altre stagioni, ha un incarnato radioso e si distingue da chi appartiene all’estate – con cui viene a volte confusa- proprio perché caratterizzata da nuance calde (contro un sottotono freddo).

L’armocromia primavera per il colore dei capelli deve quindi tener conto del sottogruppo di appartenenza per esaltarlo al meglio.

Scopriamo come valorizzare la chioma delle donne che appartengono alla stagione primavera.

Armocromia primavera: le regole da rispettare

La peculiarità più evidente di una donna spring? Splende! I capelli possono essere biondi, castani oppure rossi: indipendentemente dal colore, devono avere riflessi caldi e luminosi, rispettando sempre il contrasto con gli occhi e la pelle. Gli occhi possono essere verdi, azzurro-verde, azzurri o color ambra. Tonalità più scure, come il castano chiaro o il verde intenso, appartengono invece alla palette autunnale.

I sottogruppi della primavera sono Light (chiaro); Warm (caldo); Bright (brillante); Puro. Il colore nemico delle donne primavera è indubbiamente il nero, da evitare assolutamente! L’intensità alta che contraddistingue questo gruppo potrebbe indurre a pensare che il colore giusto, per i capelli così come per il make up o l’abbigliamento, sia scuro e intenso: niente di più errato! Bisogna invece puntare sulla brillantezza.

I colori che più si addicono alle Primavera light sono caldi e vivaci come, ad esempio, il rosa pesca o salmone, il giallo chiaro, il rosso chiaro, il verde acqua e il turchese, il beige dorato e il bianco panna. No a blu notte o blu elettrico, viola scuro, bordeaux e grigio scuro.

Le Primavera Warm possono puntare sul rosa salmone e il giallo, l’arancio e il verde acqua, il marrone dorato e l’oro. Banditi, oltre al nero, anche il grigio, il fucsia, il viola scuro.

Le donne Primavera Bright possono sfoggiare i colori più brillanti di tutta la categoria. Ad esempio il rosso ferrari e il rosa acceso, l’arancione e il giallo intenso; il verde lime, il marrone dorato. Da evitare il grigio, l’azzurro polvere, il rosa malva e il verde militare tenue.

Per le Primavera Puro via libera al verde acqua, al turchese chiaro, al marrone dorato e al color panna. Colori banditi? Nero, blu elettrico, blu notte,  rosso scuro e bordeaux.

Armocromia primavera capelli: come scegliere la tinta

L’armocromia per i capelli della stagione primavera punta tutto sulle nuance e i riflessi caldi, con differenze a seconda del sottogruppo di appartenenza.

Le donne primavera light vengono valorizzate dal biondo, che di solito è anche la nuance naturale. Per ottenere un vero e proprio effetto “wow”, la scelta giusta è virare verso un biondo caldo e dorato, facendo attenzione a non scegliere una tonalità cenere oppure platino. Alcune ciocche possono essere schiarite con colpi di luce: l’importante è che non risultino fredde o lunari. L’armocromia primavera soft può essere considerata una variante di questo sottogruppo, grazie alla presenza di una leggera tonalità di grigio che rende l’immagine più “soffusa”. Donne Primavera chiaro sono, per esempio, Scarlett Johansson, Clio Zammatteo, Chiara Ferragni e Amanda Seyfried.

Le donne primavera bright hanno perlopiù una splendida chioma castana naturale che dovrebbe essere lasciata tale, senza cedere alla tentazione di scurirla. Una soluzione per cambiare colore dei capelli seguendo l’armocromia primavera brillante potrebbe essere quella di tingerli, senza però partire dalle radici: le punte possono essere “scaldate” con una tonalità nocciola, lasciando perdere il biondo o i colpi di sole. Esempi di donne “primavera brillante” secondo l’armocromia sono Angelina Jolie, Kate Middleton e Adriana Lima.

La donna che fa parte del gruppo armocromia primavera calda, ha un asso nella manica: l’opportunità di esaltare il rosso naturale tipico di questo sottogruppo. E se dovessero comparire i primi capelli bianchi? Allora è possibile scegliere di ricreare il più possibile la nuance naturale, oppure optare per un biondo caldo e ramato. Anche in questo caso un errore da evitare è quello di scegliere una palette troppo scura. Esempi di celebs “Warm Spring” (considerata anche come “armocromia primavera scura”) sono Jessica Chastain, Nicole Kidman, Vittoria Puccini ed Emma Stone.

La donna primavera assoluta pura, proprio come le donne primavera light, può puntare su biondi caldi e dorati, o anche sul tono su tono, osando un po’ di più. Esempi vip di donne spring puro sono Cameron Diaz e Sharon Stone.

L’armocromia primavera capelli esalta l’aspetto con la luminosità e le nuance calde. Ecco perché non bisogna confonderla con la stagione estate, che invece ha un sottotono freddo e un’intensità bassa e si affida ai colori pastello, in alcuni casi anche per ciò che riguarda i capelli.