AIDS IS NOT DEAD 2013


AIDS IS NOT DEAD 2013

Sin dal 2006, in occasione della Giornata Mondiale per la Lotta all’AIDS, CRH promuove una campagna di sensibilizzazione sull’uso del profilattico: “AIDS is not DEAD”. Anche quest’anno, nel corso di tutto il mese di Dicembre, in tutti i saloni in Italia e all’estero sono stati distribuiti i condom CRH, al fine di raccogliere fondi interamente devoluti alla LILA – Lega Italiana per la Lotta contro l’AIDS.

“AIDS is not DEAD” è diventata negli anni fiore all’occhiello delle iniziative di CRH, da sempre attenta ai temi sociali, e la nuova collaborazione con la LILA ufficializza questo lancio. Onlus Nazionale riconosciuta a livello mondiale, la LILA è sin dal 1987 in prima linea sul tema della prevenzione dal virus HIV, nonché una delle prime realtà a parlare di profilattico sui media. Si occupa di prevenzione contro la diffusione del virus HIV, offre sostegno e servizi alle persone sieropositive o con AIDS, alle loro famiglie e a tutti coloro che ne sono coinvolti; tutela i diritti delle persone con HIV o AIDS; sviluppa campagne di sensibilizzazione e di educazione alla salute rivolte a tutta la popolazione e promuove una cultura della solidarietà contro ogni forma di intolleranza e di esclusione sociale.

Per tutto il mese di Dicembre, “1 condom = 1 euro” è stata l’offerta minima suggerita da CRH per sostenere la campagna della LILA “AIDS. Proteggiti Semplicemente”. Una campagna unisex, rivolta sia agli uomini che alle donne, sostenuta da un claim molto semplice e accompagnata da delle immagini dal forte impatto. Le immagini utilizzate nel battage mediatico di CRH sono le stesse che la LILA utilizza per promuovre la propria campagna di prevenzione attraverso l’uso del profilattico come unico strumento di difesa per chiunque abbia una vita sessuale attiva. Per evitare il contagio da malattie sessualmente trasmissibili, il preservativo rimane il nostro unico alleato, ma purtroppo barriere culturali, pregiudizi e cattiva informazione fanno del preservativo ancora oggi un tabù. La campagna “AIDS. Proteggiti Semplicemente” ci ricorda quanto proteggerci ci renda liberi, mostrando tutta la naturalezza di un gesto che nella sua semplicità può – e deve – far parte della nostra intimità.

L’infezione da HIV continua infatti a propagarsi, e con il 79% delle nuove infezioni dovute a rapporti sessuali ha ormai assunto una precisa connotazione. L’uso del profilattico viene infatti raccomandato da tutte le agenzie internazionali, che attraverso l’uso dei preservativi maschili e femminili, l’accesso al test e la terapia antiretrovirale, si sono date come obiettivo l’azzeramento dell’infezione. Fintanto che il profilattico manterrà la sua pessima reputazione rimarrà sempre uno strumento ingombrante e difficile da gestire. Il profilattico è invece un alleato irrinunciabile: concediamogli un posto in paradiso!

Facebook icon Instagram icon Twitter icon Snapchat icon Pinterest icon Google Plus icon YouTube icon